News

Finalissima Race to San Domenico

Alle porte del Salento, nella splendida cornice del San Domenico Golf, si è svolta l’11 il 12 e il 13 novembre la finalissima del circuito Race To San Domenico.

Tra le pietre bianche del Borgo Egnazia ed i verdissimi fairways del San Domenico Golf, si sono dati battaglia i finalisti del circuito che sotto un tiepido sole autunnale hanno cercato di affrontare a testa alta il bellissimo campo salentino.

I vincitori dell’ambito trofeo sono stati :
Nicola Pizzi 1° lordo
Michele Travaglio 1° netto

In contemporanea si è svolta la Classic Race tra i numerosi soci presenti in Puglia che hanno visto la vittoria di Francesco Lo Iudice 1° netto seguito da Maurizio De Rosa 2° netto e Carlo Galloppi 3° netto.

Bellissima la cena della premiazione fatta in un’antica masseria con ottimo cibo tradizionale pugliese, il tutto arricchito da fiumi di champagne gentilmente offerti dal nostro socio Massimo Simeone.
Appuntamento alla prossima Race.

Carney Park Cup 2018

Il 9 e 10, giugno nella splendida cornice del Carney Park Golf Course, si è svolta la classica Carney Cup 2018 , sfida golfistica annuale tra Golf Napoli e CPGA USA.
I golfisti italiani e quelli americani, con una temperatura che superava i 30°, hanno incrociato i loro bastoni e si sono dati amichevole battaglia a colpi di par, birdie e anche bogey.
La sfida, come oramai da 8 anni, è stata vinta dalla squadra americana che, però, questa volta ha dovuto combattere molto di più degli anni precedenti.
Il Capitano della squadra italiana ha dovuto lavorare non poco per poter riuscire a mettere in campo una squadra abbastanza competitiva dal momento che, per assenze più o meno giustificate, molti golfisti sono venuti meno all’atteso classico appuntamento .
Il risultato finale è stato  20 a 7 per gli Usa, ma nei fatti , l’incontro è stato molto più combattuto di quanto può sembrare.
Ma veniamo agli incontri.
Nei doppi della prima giornata bellissime le due vittorie italiane che hanno visto trionfare la solita coppia Pizzi – Travaglio e l’affiatatissima coppia Cims – Musto con risultati ampi che ci hanno fatto sperare.
Purtroppo però negli altri incontri c’è stata una “debacle“ di tutti gli altri giocatori  italiani, che non sono stati in grado, neanche lontanamente, di impensierire gli amici avversari americani.
Nella giornata dei singoli abbiamo combattuto quasi ad armi pari.
Vittorioso un grandissimo Lauri il quale ha sfoderato fantastici colpi che hanno annientato nettamente il suo quotato avversario Dan Nevo.
Fantastici anche Preziuso, Strazzullo e Losito che, dando dimostrazione di grande carattere, hanno annientato i fortissimi americani.
Ottimo infine il comportamento di Caiazzo e Deleuze che sono riusciti a pareggiare i loro difficili matches.
L’appuntamento per la vittoria , che manca dal 2009 , è fissato per la Carney Cup 2019 e sarà in questa occasione che , con una prova di orgoglio di tutti i partecipanti, riusciremo a festeggiare insieme una giornata di sport e amicizia.

POSTURA A “S” POSTURA A “C”

La postura a S è una caratteristica che si produce quando il giocatore crea un arco troppo accentuato nella parte bassa della schiena spingendo l’osso sacro verso l’esterno durante la posizione di set up.

Questa accentuata curvatura della parte bassa della schiena causa un eccesso di tensione nei muscoli lombari e fa sì che i muscoli addominali siano troppo rilassati. La disattivazione dei muscoli del “core” può causare una perdita della postura od una posizione di reverse spine angle durante il backswing. Questo, a sua volta, porterà la parte inferiore del corpo fuori posizione nel downswing ed influenzerà la corretta sequenza motoria nel downswing

( Fianchi-Torace-Braccia-Bastone)

Reverse Spine Angle

Si possono effettivamente spingere in fuori i glutei nella posizione di set up senza inarcare la schiena se si riesce a fare perno sui fianchi e a mantenere la colonna vertebrale in una posizione stabile e neutra. Questo richiede una buona resistenza del “core” e una corretta stabilizzazione della zona lombare

 

Cause più comuni

  • Inclinazione eccessiva del bacino all’address
  • Una posizione fisica di set up mal interpretata

La postura a C si verifica quando le spalle sono rivolte in avanti all’address formando un’accentuata rotondità nella parte posteriore del corpo, dal coccige alla nuca. Il giocatore non riuscirà a mantenere il backswing corto e ampio e troverà difficoltà nel mantenere la postura mentre porta il bastone indietro.

PERDITA DI POSTURA NEL BACKSWING

CORRECT

C-POSTURE

Questa postura può essere semplicemente il risultato di una posizione inefficiente durante il set up e può essere corretta riportando il corpo ad una posizione in cui la curvatura della colonna vertebrale sia più neutra.

Sfortunatamente,la maggior parte delle Posture a C sono causate da una serie di squilibri muscolari e di limitazioni articolari che si sono sviluppati nel corso di molti anni.

          

La restrizione più significativa che si può notare nella postura a C è la mancanza di estensione nella zona toracica della spina dorsale. Ciò può portare a una grave perdita di rotazione della colonna vertebrale, che a sua volta limita la capacità di creare una buona rotazione nel backswing.

Cause più comuni

  • Mancanza di una tecnica corretta; non capire il corretto set up e la postura.
  • Mancanza di inclinazione del bacino, così che la parte superiore del corpo sia costretta a piegarsi all’address.
  • Bastoni troppo corti.
  • Essere posizionati troppo lontani dalla palla.
  • Grip “ troppo nelle dita” in entrambe le mani.

Il modo migliore per correggere la postura a “S” o a “C” è quello di affrontare questi limiti in palestra.

Scroll to top