Storia

C’è una terra dove durante tutto l’anno piove meno che altrove e soprattutto in inverno. Il clima normalmente è dolce con poco vento e con brezze leggere e tiepide che muovono l’aria, che è sempre pura. La zona è compresa fra Capo Miseno e giunge fino a punta Campanella. Terra antica, dalla storia ricca di aneddoti e di personaggi famosi.

Tutto ebbe inizio nel lontano maggio 1978, con il benestare dell’alto comando Generale dell’Afsouth che autorizzava uno sparuto manipolo di generali ad accedere al Carney Park Golf Corse.

I tre generali pionieri che aprirono le porte al futuro Circolo Golf Napoli si chiamavano Corrado Ceccacci, Pasquale Grauso e Aldo Maggia. Oggi i tecnici delle pubbliche relazioni parlerebbero di “evento promotore”.

La sorpresa è che l’Enit, con una chiarezza che lascia dietro di se più rimpianto che stupore, aveva pubblicato un volumetto, nel lontano 1926, che aveva per titolo una grande verità: “Il Golf attira il turista”. Verità ancora oggi disattesa. Nel volumetto si diceva a chiare lettere che “molti turisti anglosassoni evitano di venire in Italia perché sanno di non trovare un buon campo di Golf: preferiscono altri Paesi che, da tempo, hanno provveduto a preparare molti buoni campi”.

Ai tre, mai dimenticati, apripista si affiancarono nei primi anni 80′, con l’attento filtro dell’Afsouth, altri sportivi che riuscirono a costituire un primo gruppo di golfisti tale da consentire la fondazione del Circolo Golf Napoli, il che avvenne con regolare Atto Notarile nell’anno 1982.

I sottoscrittori di tale atto e, pertanto, Soci Fondatori del Circolo furono:

Pasquale Attena, Luciano Battista, Enrica Verusio Battista, Eugenio Cabib, Francesco Cappelli, Jon Corradini, Pasquale Grauso, Ivar Klingerberg, Gherardo Mengoni, Antonio Merola, Andrea Pacifico, Cesare Venturini.

Con l’Atto di Fondazione e lo Statuto in pugno e con insistente e garbata pressione presso il C.O.N.I. e presso la F.I.G., alcuni Soci ottennero (1983) la sospirata affiliazione del Circolo Golf Napoli alla Federazione Italiana Golf.

Nel 1983, si potette dare inizio al tesseramento F.I.G. dei Soci che in quell’anno erano in numero di 37, ed all’elezione del primo Presidente Jon Corradini e del Vicepresidente Francesco Cappelli.

Delegato Federale del Golf in Campania venne nominato Cesare Venturini.

Lo staff alla guida del Circolo Golf Napoli restò invariato per dieci anni fino al 1993, con la sola eccezione che a ricoprire la carica di Delegato Federale del Golf per Campania fu Luigi Lancellotti che subentrò a Cesare Venturini prematuramente scomparso.

Il numero dei Soci va progressivamente crescendo, anno dopo anno, fino a raggiungere, ivi compreso un nutrito stuolo di giocatrici del gentil sesso, le 100 unità.

Cresce al pari anche il piacere per il gioco, con sensibile riduzione degli handicap personali, per la dedizione dei giocatori e la bravura di maestri italiani e statunitensi avvicendatisi nel tempo.

Nel 1994 Francesco Cappelli viene eletto Presidente ed Umberto Rondino Segretario.

Ambedue restano in carica sino al 2001 ed il nuovo Consiglio Direttivo con l’ausilio di validi Consiglieri conduce una efficace opera di affiatamento tra i Soci, promuovendo l’attività agonistica e quella di carattere sociale, per questo va un sincero ringraziamento alla Socia Rosalba Ruggiero, magnifica organizzatrice di riunioni conviviali.

La qualità del gioco migliorava ed emersero tra i giocatori elementi di valore al punto che tra essi il Socio Joe Aveta, supera l’esame di “maestro di golf”.

Il campo è certamente bello. Ci si può far prendere da entusiasmi forse esagerati, come accade ad alcuni Soci del Circolo, ma non è nemmeno il caso di mostrarsi alteri e sprezzanti come alcuni giocatori dilettanti che troverebbero il campo troppo facile.

La realtà è che il campo è insidioso. Punisce i troppo arditi, cioè gli arditi oltre misura, quando si affidano in modo imprudente alla loro abilità presunta.

A destarli dal sogno basta già la seconda buca, un par quattro che fa scherzi tremendi. Qui davvero chi troppo vuole, nulla ottiene: su questa stretta e lunga buca, la prima parola inglese che imparano i golfisti è “Fooooooore”.

Questo par quattro, invece, premia quelli capaci di dosare il colpo alle loro reali possibilità. Un dritto legno in centro fairway, un secondo colpo in avant-green un pitch in asta e i putts che ci vogliono. A qualcuno ne basta uno. Qualcuno ha visto imbucare anche il pitch.

Non mancano le buche di potenza come la 3, la otto, e l’alta 6 con il green così per aria da arrivarci sempre col fiatone. Ma, in realtà, tutte le buche, giocate sotto pressione, creano dei problemi.

E qui sta il vero divertimento: il percorso è quello che è, ognuno lo vede a modo suo e a sua misura, ma gioca meglio chi lo fa con animo leggero.

Tra amici, per divertirsi e divertirli.

Il campo non regala nulla: certo, visto dalla terrazza del Circolo, sembra quasi dominabile. Poi si mette la palla sul tee e l’idea cambia. Il gioco-chiave è il gioco attento, misurato.

Nel 1995 la titolarità del Carney park Golf Corse passa dall’Afsouth al M.W.R. US Navy.

Nel 1996 Gherardo Mengoni viene nominato Delegato Federale del Golf per la Campania e resta in carica fino al 2004.

Nel 2001 viene eletto Presidente Franco Tartaro Vicepresidente Carmen Falcone e Segretario Eugenio Strazzullo poi sostituito da Lello Lambiase.

Il numero dei Soci si espande fino ai 112 iscritti al 31.12.2006.

A marzo del 2007 viene eletto Presidente Ennio Giardino e Vicepresidenti  Sergio Cevoli (Vicario) e Felice Maglione Piromallo.

La nuova Presidenza realizza un sito web del Circolo Golf Napoli (www.golfnapoli.it) che in pochi mesi vede crescere il numero di contatti (siamo giunti a 2800 accessi al sito solo nel primo anno) e di iscritti al Circolo (si è superata la soglia dei 140 Soci).

La nuova Presidenza ed il Consiglio Direttivo fattivamente stanno collaborando con gli altri Circoli Campani per la promozione del nostro sport e promuovendo con il coinvolgimento dei Soci americani del Carney Park numerose gare sponsorizzate dal Circolo.

Dopo alcuni anni di interruzione a settembre 2007 è ripresa la tradizionale sfida tra golfisti europei ed americani  con la organizzazione della Ryder Cup, che ha visto impegnati 26 giocatori per squadra.

Grande è la soddisfazione dei Soci del Circolo Golf Napoli per la prima vittoria nella Ryder Cup.

Alla squadra Italiana composta da ventisei dei migliori golfisti napoletani va il ringraziamento di tutti i Soci per lo storico successo.

Un grazie lo dobbiamo alla Federazione che ha premiato la nostra migliorata efficienza permettendoci di organizzare in Campania il 19.04.08 gli Esami per il passaggio da NA a NC, esami che tutti i nostri Soci hanno superato brillantemente.

Ad Ottobre abbiamo ideato la prima edizione del Campionato Regionale per Circoli, che verrà riproposto annualmente presso un campo diverso.

Nel 2008 abbiamo organizzato il primo torneo che era parte di un circuito nazionale e che prevedeva le  finali  al Cairo in Egitto “Coppa Turisanda”, grande ed importante è stato il contributo della agenzia di viaggio Travel Tips nella persona della Signora Adriana Santalucia

Già nel 2009 ma ancor più nel 2010 il Circolo si è posto l’obiettivo dello sviluppo e della formazione di un gruppo di Soci  juniores che, con il valido supporto dei maestri Maurizio Severa e Federico Sacchetti, sta crescendo nella  conoscenza tecnica e nella pratica sportiva.

Viene così costituita la squadra juniores del Circolo composta da otto elementi ( Andrea Bifolco, Salvatore Caruso, Giacomo Cece, Mattia De Rosa, Francesco Maria Giardino, Raffaele Rea, Giuliano Sica,  Fabrizio Tuccillo).

Il 2010-2011 vede la partecipazione, prima volta in Campania, del nostro Circolo al progetto scuola della Federazione in collaborazione con il Coni ed il Ministero dell’Istruzione.

E’ previsto un corso gratuito per ragazzi della scuola media  inferiore finalizzato a far provare” il gioco ad allievi e docenti e ad apprezzare l’ambiente in cui si pratica, l’etichetta, le regole, il fair play per poi creare un gruppo di allievi individuati tra quelli che manifesteranno maggiore interesse ad imparare a giocare a Golf.

Il calendario gare anno 2010-2011 prevede ben 34 gare tra queste ci fa piacere ricordare le gare del 1° Campionato Italiano riservato ai Circoli con campi a nove buche: Campionato che ha visto vincitore nella finale nazionale, svoltasi a Disney Parigi, il ns. Socio juniores Salvatore Caruso.

Vittoria che ha consentito alla nostra Associazione Sportiva Dilettantistica di conquistare anche la vittoria come Circolo Campione Italiano.

Come Circolo ci fa piacere, inoltre,  ricordare la gara sponsorizzata dalla nostra cara Socia Annamaria Berardinone in occasione dei suoi ottanta anni.

 

E la storia del Circolo Golf Napoli ……..  continua.

Scroll to top